Ho deciso di imbottigliare: seconda parte l’imbottigliamento

Eccoci qui. Vacanze finite. Vino imbottigliato dopo sei mesi di affinamento in barrique. Spremuta di vaniglia. Eccessivo. Soluzione: ho effettuato un taglio con dieci litri del medesimo vino che nello stesso periodo ha affinato in vetro. La speranza è che le note cedute dal rovere francese diventino un perfetto frame ai profumi del Cesanese. Da non trascurare anche che in questo modo sono state raddoppiate le bottiglie prodotte. Adesso riposeranno almeno fino a Natale. Nel frattempo penserò a come impostare l’etichetta. Ah dimenticavo, le bottiglie sono già state incapsulate con un marchingegno di alta tecnologia: asciugacapelli elettrico.

Enrico Nera        www.parliamodivino.com

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • Twitter
  • RSS
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • LinkedIn
  • Yahoo! Buzz
This entry was posted in Italiano. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>